Nerello Mascalese Molino a Vento “Tenute Orestiadi” 75cl

6,40 

23 disponibili

Descrizione

Nerello Mascalese Molino a Vento “Tenute Orestiadi” 75cl

Tenute Orestiadi ha un nome antico che evoca miti e leggende lontane, che proprio in Sicilia hanno trovato vita grazie ad Eschilo, che venti e più secoli fa scrisse e portò in scena il mito di Oreste e delle Orestiadi. A Gibellina, si estendono i vigneti delle Tenute Orestiadi, nate dalla sinergia tra un gruppo di viticoltori riuniti in cooperativa e la Fondazione Orestiadi, con lo scopo di promuovere l’identità territoriale dei vitigni nativi siciliani attraverso il connubio tra arte e vino.

La linea Molino a Vento di Tenute Orestiadi si ispira ad un legame indissolubile: quello tra i mulini, il vino e il vento. In Sicilia la storia dei molini e del vino sono legate indissolubilmente dal vento. Elemento fondamentale per la salubrità e la qualità delle uve. Grazie ad esso si mitigano le calde temperature estive permettendo così delle incredibili escursioni termiche, fondamentali per il ciclo vitale dei vigneti.

Le uve sono raccolte e selezionate manualmente; dopo una macerazione a 26°C per 12-15 giorni. Dopo la svinatura, prosegue l’affinamento in acciaio per circa 4 mesi con un marginale passaggio in legno prima di essere imbottigliato. Dal colore rosso intenso e acceso, al naso sprigiona eleganti note di frutta rossa come prugna e frutti di bosco. Al sorso è caldo pieno, richiama i sentori già presenti al naso, finale abbastanza persistente.

Nerello Mascalese Molino a Vento “Tenute Orestiadi” 75cl: parla la cantina 

Nella Sicilia sud occidentale, dove il colore della terra rievoca le tonalità di rosso tipiche dei suoli dorati dal sole sul Mediterraneo, si ritrova questa tipologia di terreno, ricco di sabbia e di scheletro (pietre). Di composizione molto sciolta e carica di micro elementi ferrosi, nella Valle del Belìce è caratterizzato da un microclima asciutto perfetto per l’allevamento dei varietali a bacca rossa. È terreno d’elezione del Perricone, che in questa zona trae le proprie origini: altro nome della cultivar, infatti, è Pignatello, proprio in relazione alle “pignate”, termine siciliano che indica le pentole fatte con la stessa terra rossa su cui il varietale concede le sue massime espressioni.

Vuoi vedere altri Vini? Vai alla Categoria VINI

Informazioni tecniche

Tipologia: Vino
Produttore: Tenute Orestiadi
Nazione: Italia
Varietà: Vino Rosso
Bottiglia cl: 75
Gradazione alcolica in %: 13,5